KARATERZETA’

KARATERZETA’ IN RAI

UN SERVIZIO GIRATO NEL NOSTRO DOJO TZUBAME DI
GREVE IN CHIANTI

 

KARATERZETA 1

 

KARATERZETA’ ……..per sentirsi sempre GIOVANI

PREMESSA

KARATERZAETA’ è il nuovo progetto di allenamento studiato e ideato dall’Associazione Sportiva “TZUBAME” di Greve in Chianti. Per la prima volta abbiamo deciso di intraprendere un percorso tecnico di studio basato su allenamenti  che escludono totalmente la partecipazione di atleti giovani e promettenti, quantomeno in maniere diretta, ma indirizzato e dedicato a persone mature e non più in tenera età. Questa ricerca di metodologie di movimenti ed esercizi si vuole differenziare, in modo drastico, dal concetto di ginnastica dolce, o passiva, intesa solo a valorizzare una semplice, ma forse per questo banale e poco interessante, attività fisica per anziani (termine che a noi tecnici della TZUBAME francamente non piace e che per scelta non useremo più). KARATERZETA’ valorizza le caratteristiche di questa meravigliosa e storica “ARTE MARZIALE” chiamata “KARATE”, nascondendo completamente l’aspetto agonistico, esaltando però tutta l’armonia fisica e mentale contenuta in essa. Abbiamo realizzato un percorso formativo ricco di esercizi  per recuperare e valorizzare la percezione motoria del proprio corpo. KARATERZETA’ vuole suscitare nei praticanti un continuo interesse e l’apprendimento, lezione dopo lezione, di nuovi movimenti e nuove forme (KATA). Sarà uno stimolo continuo non solo motorio ma anche mnemonico che porterà una nuova consapevolezza e autostima per i traguardi che ogni praticante potrà raggiungere. Obbiettivo non ultimo di questa nuova iniziativa è di poter integrare in un contesto, spesso riservato a bambini, ragazzi o comunque adulti, ancora fisicamente prestanti, un’attività per “DIVERSAMENTE GIOVANI”, i quali potranno condividere il piacere di essere parte attiva di una società sportiva e nel contempo figure importanti all’interno del nostro DOJO. Il Karate non pone limite di età per chi lo vuole esercitare: KARATERZETA’ è la dimostrazione lampante di questa teoria messa in pratica. Il connubio DIVERSAMENTE GIOVANI e attività fisica è sempre maggiormente considerato nella nostra società e in particolar modo dagli “ADDETTI AI LAVORI”, per i risvolti  positivi da un punto di vista sia fisico che psichico. Una corretta attività fisica ,una buona dieta alimentare, l’osservazione delle buone norme igieniche, sono di grande aiuto alle persone non più giovanissime. Con l’avanzare dell’età, purtroppo, tutti i parametri degli organi e degli apparati inevitabilmente subiscono brusche variazioni, uno dei compiti primari degli operatori di attività motorie, che operano con i “DIVERSAMENTE GIOVANI”, è quello di arginare, e, in alcuni casi, migliorare tali parametri nella  fase “involutiva”. Nella nostra società viene considerato “VECCHIA” una persona che ha raggiunto una certa età, questa  definizione molte volte non è esatta in quanto potrebbe essere in contrasto con l’età biologica. L’intento del nostro progetto KARATERZETA’ non è riuscire a rallentare l’età anagrafica, perché forse impossibile, ma provare a ridurre l’invecchiamento biologico.

 

 

 

KARATERZETA13 KARATERZETA3 KARATERZETA9 KARATERZETA12

A CHI E’ RIVOLTO

Il progetto è rivolto alle persone ambosessi che hanno superato i 60 anni di età anche se, come specificato dalla premessa, è difficile fare una classificazione tenendo in considerazione solo l’età anagrafica, infatti, non esistono divieti e controindicazioni per partecipare ai nostri corsi di “KARATERZETA'”  per persone più giovani. Comunque tutti i casi andranno esaminati e avere un confronto tra il medico curante e/o gerontologo con l’operatore di attività motorie per effettuare una selezione dei praticanti.

KARATERZETA5 KARATERZETA8

LE FINALITA’ DEL PROGETTO

E’ nostro intento porre attenzione e cercare di approfondire questo argomento per  trovare soluzioni concrete ai problemi che si incontrano nella senescenza, infatti, vari studi, hanno dimostrato che l’attività fisica è un ottimo mezzo per rallentare e rendere meno problematico il processo dell’invecchiamento. Non è vero che più avanza l’età meno bisogna muoversi, bisogna muoversi seguendo linee guida precise. È fondamentale sottolineare che l’attività fisica ha molteplici benefici sull’anziano. L’intento è cercare di rallentare la fase involutiva dell’età biologica migliorando il benessere fisico e mentale.

 

VIDEO 1 KARATERZETA VIDEO KATERZETA2

RAI3

  • L’anziano non deve andare alle Olimpiadi ma non è neanche un caso disperato (salvo grosse patologie) quindi è un soggetto che risponde ai principi dell’allenamento spesso più di quanto si possa immaginare!! 

* karaterzeta’ è un marchio registrato



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *